«La necessità di creare un futuro più sostenibile è sotto gli occhi di tutti e diverse sono le possibilità di miglioramento sostenibile nel nostro Istituto»: è ciò che pensano i ragazzi del “Gruppo Eco-logico”, nato dall’idea di alcuni studenti dei diversi Indirizzi, con il sostegno di alcuni insegnanti.

Un impulso particolare all’iniziativa è venuto dalla partecipazione di Amanda Cescutti del Liceo Scientifico all’Assemblea generale delle Città Alpine, a Sonthofen (Germania), in rappresentanza della Comunità di Tolmezzo.

Il Gruppo ha organizzato alcune brevi riunioni, che hanno messo in luce le prime idee per compiere un passo avanti nella direzione di una «gestione più “verde” della scuola», tra cui l’eliminazione del Libretto cartaceo, una più accurata e decentralizzata regolazione del riscaldamento, l’eliminazione delle bottigliette di plastica, anche attraverso l’uso di borracce e la promozione di un uso consapevole dell’acqua, e una maggiore sensibilizzazione e informazione sulla riduzione e sulla raccolta differenziata dei rifiuti.

Lo scopo delle riunioni è di riflettere sul problema della “Crisi climatica” e di discutere i possibili cambiamenti nei comportamenti concreti, richiamando la responsabilità di ciascuno nel compiere azioni sostenibili, nel rispetto di ruoli e competenze personali e istituzionali.

Gli appuntamenti vengono definiti all’occorrenza; di norma durano mezz’ora, dopo la fine delle lezioni scolastiche. Tutta la Comunità studentesca è invitata dai promotori del “Gruppo Eco-logico” a partecipare alle riunioni, che vengono annunciate tramite gli Albi studenteschi, il passaparola e l’apposito gruppo “WhatsApp”.