Giorno Zero // la Resistenza che verrà non è la prima”, la performance audioguidata scritta e interpretata con il contributo degli studenti della 5^A del Liceo Linguistico, è stata messa nuovamente in scena all’interno del Festival Urbano Multimediale “Contaminazioni Digitali di Turriaco nei giorni 9 e 10 luglio. Lo spettacolo, la cui prima è andata in scena a Tolmezzo (ne avevamo già dato notizia QUI), è promosso dell’associazione Quarantasettezeroquattro, con la drammaturgia e il disegno di Riccardo Tabilio, la voce di Paola Aiello e i contributi di Alessandro Cattunar e Giulia Birriolo.

A conclusione di un percorso di studi ricco e impegnativo, e nonostante le vacanze estive già iniziate, una rappresentanza della classe ha partecipato alla performance, insieme a un pubblico attento e disponibile a lasciarsi coinvolgere sui temi della memoria e dell’impegno civile, dell’obbedienza e della ribellione, e a confrontarsi con l’eredità della Resistenza.

Durante la serata i ragazzi hanno inoltre partecipato alle altre proposte del Festival “Contaminazioni Digitali”. In particolare hanno sperimentato nuove forme artistiche, come quelle dell’installazione partecipativa, ossia un viaggio virtuale nell’abbraccio tramite visori tridimensionali, e di una lezione spettacolo sulla figura di Dante, in occasione del settecentesimo anniversario della morte del poeta fiorentino.

I complimenti offerti dai partecipanti e dal Sindaco di Turriaco Enrico Bullian per la tematica così attuale, per l’impegno e per la qualità di scrittura del materiale della performance, rappresentano il migliore auspicio per il futuro di questi giovani neodiplomati.