L’ISIS Paschini-Linussio ha avviato il progetto
“Un albero in più” nel centro studi di Tolmezzo

Mercoledì 6 aprile, a pochi giorni di distanza dalla Giornata Internazionale delle Foreste, ha preso il via la prima fase del progetto “Un albero in più” dell’ISIS Paschini-Linussio di Tolmezzo, che prevede la piantumazione di nuovi alberi in tutte le aree verdi disponibili del locale centro studi. Il progetto, approvato dal Consiglio d’Istituto lo scorso anno scolastico, è stato ideato dal “Gruppo Ecologico” della scuola, che ha raccolto la proposta lanciata dalla Comunità “Laudato si’” di piantare il più rapidamente possibile 60 milioni di alberi, uno per ogni cittadino italiano, al fine di contrastare la crisi climatica in atto.

L’iniziativa, volta a contribuire alla mitigazione dei livelli di anidride carbonica nell’atmosfera e alla produzione di ossigeno, si propone anche di sensibilizzare le nuove generazioni alle tematiche ecologiche e ambientali. Dei dieci alberi forniti dal Vivaio Forestale della Regione, infatti, sette sono stati dedicati alle Classi Prime, in una sorta di simbolico “gemellaggio” che possa suscitare identificazione e rispetto per i Beni comuni. Altre tre piante sono state invece dedicate alla Pace fra i Popoli e le Nazioni, alle Vittime innocenti delle Mafie, nonché ai Difensori dell’ambiente, alle Vittime della crisi ecologica e ai Migranti climatici.

Tale proposta didattica, che rientra fra le Attività trasversali di Educazione civica, intende perseguire i principali obiettivi indicati dal Progetto d’Istituto “Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”, finalizzato a «sviluppare la consapevolezza della responsabilità individuale e comunitaria per la promozione della sostenibilità economica, sociale ed ambientale; promuovere la cultura del Bene comune e la sensibilità ecologica integrale; stimolare a scuola e in famiglia stili di vita e comportamenti di consumo attenti e responsabili e per la riduzione dello spreco (in particolare lo spreco alimentare); stimolare un’attenta riflessione sul valore delle risorse naturali, come Beni comuni e come Diritto universale».

Alla piccola cerimonia di piantumazione, che ha coinvolto tutte le Classi Prime oltre che i docenti responsabili dell’iniziativa, sono stati invitati anche la Commissaria Straordinaria del Comune di Tolmezzo, gli ex amministratori comunali coinvolti nell’iniziativa, i tecnici del Comune e dell’Ente di Decentramento Regionale che hanno collaborato alla realizzazione del progetto, e infine l’Azienda Agricola Carnia Fiori e Piante.