Il 25 novembre 2021 cinque studentesse  si cimenteranno in un concorso on-line di traduzione, organizzato dalla Direzione generale (DG) “Traduzione” della Commissione dell’UE. In palio un viaggio a Bruxelles per i vincitori.

L’ISIS Paschini-Linussio è stato selezionato, assieme ad altre 75 scuole italiane ed altre scuole europee,  per poter partecipare al concorso on-line Juvenes translatores, destinato a giovani traduttori, nati nel 2004, ed organizzato, a partire dal 2007, dalla Direzione generale “Traduzione” della Commissione dell’Unione europea (DG Traduzione).

Il 25 novembre 2021, dalle ore 10 alle ore 12 (ora italiana), cinque studentesse del nostro istituto si cimenteranno nella traduzione di un testo relativo a tematiche afferenti all’Unione europea, da una delle 23 lingue dell’Unione europea verso la propria lingua madre (o verso la lingua che meglio conoscono).

Un’apposita commissione, composta da traduttore e revisori della DG Traduzione, valuterà, poi, tutte le traduzioni e sceglierà, presumibilmente entro febbraio 2022, una traduzione vincitrice per ciascun paese dell’UE. 

I vincitori saranno invitati a una cerimonia di premiazione, che si terrà a Bruxelles nella  primavera del 2022. La DG Traduzione si farà carico delle spese di viaggio e di alloggio del  vincitore, di un accompagnatore adulto e di un insegnante per ciascun paese dell’UE. 

Il concorso Juvenes Translatores si inserisce all’interno di un progetto di PCTO di più ampio respiro, che contraddistingue da alcuni anni l’offerta didattica dell’ istituto. 

A partire dal 2019, infatti, alcune studentesse e alcuni studenti degli indirizzi liceali e tecnici (in modo particolare del liceo linguistico e dell’indirizzo “RIM”) hanno preso parte, sia in orario curricolare che extracurricolare, ad attività legate al mondo della traduzione, fino a coinvolgere per intero, nell’a.s. 2020/21, le due classi terminali dell’indirizzo linguistico. Tali attività, che costituiscono un’alternativa e un completamento allo studio delle lingue portato avanti in classe, sono comunque coerenti con l’obiettivo generale di sviluppo delle competenze in lingua straniera, rientrando a buon titolo anche nelle attività di PCTO e fatte valere come tali per l’alto profilo caratterizzante di questo percorso di studi. 

Nel dettaglio, le attività denominate Tradpass (referente prof.ssa Ilaria DRIUSSI), attinte all’interno della banca dati delle prove di accesso ai corsi di laurea in Comunicazione Interlinguistica Applicata e Scienze Internazionali e Diplomatiche dell’Università di Trieste, sono proposte in orario curricolare ed extracurricolare nelle tre lingue di studio come attività di orientamento e preparazione al mondo universitario e come introduzione al lavoro del traduttore.

Il laboratorio di traduzione dal titolo  Adventure in Translation (referente prof. Daniele PECORARO), dal canto suo, è proposto alle classi del triennio linguistico in orario pomeridiano e si serve della collaborazione con alcuni enti fortemente radicati nel territorio locale (Comune di Prato Carnico, Club Alpino Italiano). Si tratta di un’occasione che permette agli studenti di confrontarsi con la traduzione di materiale informativo a carattere turistico, fornito dall’ente partner a cui viene restituito sotto forma di traduzione alla fine del laboratorio. Le finalità principali del laboratorio sono quelle di perfezionare ulteriormente le competenze comunicative e linguistiche nelle lingue coinvolte, sviluppare maggiore sensibilità culturale e utilizzare la tecnologia a supporto della traduzione, oltre a rappresentare un utile momento di riflessione legato all’orientamento in uscita. 

La volontà precipua è stata sempre quella di far comprendere ai giovani quanto l’apprendimento delle lingue – e non solo dell’inglese -, oltre ad offrire opportunità di studio e di lavoro sia in Italia che all’estero, sia uno strumento indispensabile nella mediazione tra popoli e culture diverse, anche al fine di  realizzare il motto di “uniti nella diversità”, in cui affondano le radici stesse di un’idea di Europa unita.